Notizie

Telefono Azzurro: redatta Dichiarazione di Varsavia per tutelare il benessere mentale dei bambini in situazioni di crisi

• Bookmarks: 12


LA DICHIARAZIONE DI VARSAVIA Call to Action Globale per Affrontare i bisogni di salute mentale dei bambini in tempi di crisi Varsavia, Polonia 27 Maggio 2022

Preambolo Noi, un gruppo di professionisti, funzionari governativi e cittadini preoccupati, ci siamo riuniti a Varsavia per riconoscere e affrontare una crisi di profonda ampia in termini di dolore e sofferenza. La crisi più recente è la violenza su larga scala in Ucraina, che ha generato una vera e propria nuova crisi umanitaria in termini di rifugiati. Questo segue la devastazione associata alla pandemia COVID, e al tempo stesso le migrazioni di massa dovute alla povertà e alla violenza in Africa, Asia, Medio Oriente e nelle Americhe. Con decine di milioni di persone in pericolo, si tratta di una crisi globale che non stenta a terminare. I bambini, la categoria più vulnerabile della nostra comunità mondiale, stanno soffrendo il peso maggiore di queste crisi internazionali, con un impatto devastante sulla loro salute mentale.

È stato detto che “i bambini sono un terzo della popolazione mondiale e tutto il nostro futuro”. Il futuro del mondo è in pericolo. Anche se non saremo in grado di porre fine a tutte le violenze, alla povertà, alle pandemie e allo sfruttamento, possiamo cambiare il futuro con piani e politiche di ampio respiro, seguiti da azioni per prenderci cura dei nostri bambini nel momento del bisogno.

I disturbi della salute mentale sono tra le patologie più comuni che colpiscono i giovani. Circa la metà  della popolazione mondiale soffrirà di un disturbo mentale a un certo punto della sua vita, con il 75% di questi disturbi che iniziano prima della fine dell’adolescenza e il 50% prima della fine dell’infanzia. La situazione è peggiorata nell’era COVID: almeno il 20% dei giovani ha disturbi dell’umore o d’ansia, per non parlare di altre condizioni. Le visite al pronto soccorso per problemi di salute mentale sono aumentate del 25% o ancora più in alcune comunità, con un drammatico incremento dei tentativi di suicidio e delle overdose. Dal febbraio 2022, si stima che tra i 7 e gli 8 milioni di cittadini ucraini (44 milioni) siano  fuggiti dal Paese, mentre altri 7-8 milioni siano stati sfollati internamente a causa della guerra. La maggior parte delle stime concorda sul fatto che i bambini rappresentano il 50% degli sfollati e dei rifugiati, e la metà di questi non è accompagnata dai genitori. Molti, se non la maggior parte di questi bambini, hanno  già subito dei traumi e probabilmente soffrono già di disturbi mentali. Tra i giovani, come quelli dell’Ucraina, sfollati a causa della guerra, i numeri sono ancora più alti.

Il 19 maggio 2022, la First Lady Ucraina, Olena Zelensky, ha affrontato direttamente le preoccupazioni sulle conseguenze a lungo termine dell’invasione russa per la salute mentale, impegnandosi a ricostruire l’Ucraina e a prendersi cura della salute mentale di tutti gli ucraini, ma soprattutto dei giovani. Questo stesso impegno è necessario per i bambini di tutto il mondo. Esiste già una crisi rispetto alla salute mentale dei bambini e degli adolescenti, la quale è in continua crescita. La pianificazione e l’implementazione iniziale dei servizi dovrebbe essere avviate immediatamente e successivamente essere sostenute da una rete supportata da un centro esperto in salute mentale dei giovani e traumi.

La leadership e l’impegno del governo polacco e del suo popolo sono stati eroici nel rispondere a questa crisi, mentre molti altri Paesi europei, soprattutto quelli di confine (Ungheria, Moldavia, Polonia, Romania, Slovacchia), stanno ricevendo un grande afflusso di rifugiati ucraini. Tuttavia, la determinazione ad affrontare la crisi della salute mentale dei bambini e degli adolescenti non può spettare solo a questi Paesi. È giunto il momento di unirci in una rete di collaborazione per portare risorse, innovazione e determinazione per salvaguardare e migliorare la salute, la salute mentale e il futuro dei bambini in Europa e nel mondo.

Questa Dichiarazione di Varsavia segna l’impegno a sviluppare un piano d’azione congiunto e la promessa di intraprendere con determinazione i prossimi passi essenziali per affrontare i bisogni di salute mentale dei bambini, degli adolescenti e delle loro famiglie:

  1. Impegnarsi pubblicamente per una call-to-action unificata con una campagna di sensibilizzazione globale in risposta alla crisi globale della salute mentale dei bambini e degli adolescenti.
  • Convocare un vertice globale, coinvolgendo capi di Stato, leader di organismi internazionali, leader aziendali, leader religiosi, scienziati, medici, ONG, centri accademici e altre parti interessate, per sviluppare un piano d’azione internazionale e dettagliato per rispondere alla crescente crisi della salute mentale dei bambini, degli adolescenti e delle loro famiglie.
  • Sviluppare un piano progressivo per la formazione e l’ampia diffusione dei servizi di prevenzione sulla base di dati, valutazioni, pronto intervento e assistenza attualmente disponibili. Questo include uno screening su larga scala dei disturbi mentali a livello di collettività.
  • Avviare programmi di ricerca innovativi e di alta qualità per sviluppare rapidamente nuovi interventi individuali e di gruppo sulla base di dati, che siano attenti alle culture e accessibili in  più lingue. Per rendere l’assistenza alla salute mentale più ampiamente raggiungibile, questi  servizi innovativi devono ottimizzare l’utilizzo delle forniture a distanza e on-line, tramite tablet, smartphone e web.
  • In collaborazione con le aziende tecnologiche e gli innovatori clinici, è necessario avviare tempestivamente lo sviluppo e l’implementazione di nuovi strumenti e tecniche che consentano un’espansione rapida e a distanza dei servizi di salute mentale per bambini e adolescenti. È giunto il momento di utilizzare il metaverso, nonché l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale e altre tecnologie per aumentare l’accesso agli interventi basati sull’evidenza di dati.
  • Espandere rapidamente i programmi di formazione professionale di alta qualità nel campo della salute mentale per far fronte alla drammatica carenza di professionisti della salute mentale, tra cui psichiatri e psicologi per bambini e adolescenti, assistenti sociali, infermieri, ecc.
  • Espandere rapidamente un programma di formazione su larga scala per i medici di famiglia e altri professionisti del settore medico per riconoscere gli indicatori di abuso e sfruttamento, e sviluppare sistemi migliori per rispondere alle esigenze dei bambini non accompagnati in tempi di crisi.
  • Che i governi e le istituzioni private aumentino le risorse a disposizione di psichiatri, psicologi e altri professionisti della salute mentale per espandere i servizi di diagnosi, trattamento e riabilitazione per i bambini in crisi. Ciò dovrebbe includere programmi di  tutoraggio, reclutamento precoce e incentivi per intraprendere carriere professionali nei servizi di salute mentale per bambini e adolescenti.

Com. Stam.

12 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
83 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.