Sport

Un maggio particolarmente intenso per il Team Flyingnikka

• Bookmarks: 6


Mentre la progettazione di Flyingnikka è arrivata alla fase finale e la scelta del cantiere costruttore è caduta su King Marine, il team di Roberto Lacorte si prepara a difendere il titolo nel circuito 69F

Seconda stagione di regate in arrivo per i due piccoli e veloci FlyingNikka69F, le moderne barche a foil della classe Persico 69F con cui il team FlyingNikka, capitanato da Roberto Lacorte, parteciperà alle regate del circuito al via proprio questo week end, a Malcesine, sul lago di Garda.

Un campionato che l’anno scorso, alla sua prima, storica edizione, si è concluso con la vittoria assoluta di FlyingNikka69F numero 47 – a bordo il timoniere Roberto Lacorte, con Enrico Zennaro e Lorenzo Bressani – e con il secondo posto di FlyingNikka69F numero 74, portata da Alessio Razeto con al fianco Andrea Fornaro e Lorenzo De Felice. E che quest’anno, sarà affrontato dal team con la stessa, identica line up, e con l’obiettivo di ripetere le prestazioni (e possibilmente i risultati) del 2020.

“Un traguardo ambizioso e allo stesso tempo difficile da raggiungere, se consideriamo che il livello degli equipaggi coinvolti nel circuito, già molto alto l’anno scorso, è cresciuto ulteriormente”, spiega Roberto Lacorte, 52 anni, imprenditore, affermato pilota automobilistico e velista di successo. “A noi comunque piacciono le sfide complicate, sono ancora più stimolanti. Il nostro impegno sarà quindi maggiore e in questi mesi ci siamo allenati duramente per arrivare all’inizio del campionato al massimo della forma, anche perché i Persico 69F sono barche che richiedono un grande sforzo fisico e una concentrazione fuori dal comune. In ogni caso, sappiamo bene che ripetersi è sempre difficile, soprattutto quando gli altri raddoppiano i loro sforzi…”.

In regata per lo Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa e con il supporto della casa farmaceutica PharmaNutra con il suo brand Cetilar® – una linea di prodotti a base di esteri cetilati per il benessere di muscoli e articolazioni – il team FlyingNikka sarà impegnato con le due barche (la blu numero 47 e la verde numero 74) in tutte le tappe del circuito, un campionato che dopo Malcesine farà scalo a Porto Cervo (12-17 luglio), nuovamente sul Garda, a Torbole (metà settembre), e infine a Puntaldia, in Sardegna (primi di ottobre).

Nel frattempo, in parallelo con l’attività agonistica a bordo dei Persico 69F, Roberto Lacorte e il Design Team guidato dall’irlandese Mark Mills dello Studio Mills Design, con il supporto dello stesso team velico e il coordinamento del Project Manager Micky Costa, sono impegnati nella fase finale della progettazione del nuovo, super avveniristico Mini Maxi a foil FlyingNikka, un 19 metri dotato di appendici di ultima generazione per navigare in full foiling a più di 40 nodi di velocità.

Una barca unica nel suo genere, primo esemplare di una nuova generazione di monoscafi a foil per andare alla conquista delle grandi classiche della vela offshore, che sarà costruito presso il cantiere King Marine di Valencia, realtà rinomata a livello internazionale e specializzata nella costruzione hi-tech di barche da regata. Il sistema dei foil, l’idraulica e la meccatronica verranno invece realizzati da aziende italiane, presto ufficializzate.

“Siamo convinti della nostra scelta e d’altronde stiamo parlando di un cantiere al top a livello mondiale, una garanzia in un progetto complesso come quello di FlyingNikka”, aggiunge Alessio Razeto, Team Manager e Responsabile del Progetto Vele. “La strada fino al varo è ancora lunga, contiamo di andare in acqua per l’estate del 2022 e sappiamo che nel frattempo avremo tante variabili da affrontare, ma siamo ben coscienti della complessità di questo progetto, quindi siamo pronti per affrontarle al meglio”.

Com. Stam.

CetilarRacingFlyingNikka_fTaccolaDJI
6 recommended
comments icon0 comments
0 notes
82 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *