Notizie

Un palazzo confiscato alla mafia donato al Comune di Paceco

• Bookmarks: 2


Uno degli immobili, confiscati a Giuseppe Grigoli, è stato assegnato al Comune di Paceco passando nella disponibilità dell’Amministrazione comunale.
L’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, su richiesta del sindaco Biagio Maratona, ha assegnato l’edificio – di circa 700 metri quadri su tre elevazioni – al Comune. L’immobile è in piazzetta Padre Pio, all’incrocio fra via Torre Arsa e via Castelvetrano, distante poche centinaia di metri dal municipio.
Da anni in stato degrado e abbandono, verrà adesso ripristinato e utilizzato per fini istituzionali. L’amministrazione, infatti, vuole ristrutturare l’immobile e destinarlo agli uffici del Comune, oggi ubicati in locali in affitto. L’edificio potrebbe ospitare anche l’anagrafe e la polizia municipale. Il giardino, invece, sarà aperto ai cittadini per momenti ricreativi.
Grigoli, implicato nell’operazione “Eden”, per evitare ritorsioni aveva, confidenzialmente, rivelato ai sui compagni di cella, che le rivelazioni erano autorizzate da Denaro stesso. Di questo si è parlato in Tribunale nel corso dell’ultima udienza del processo scaturito dall’operazione, che alla sbarra degli imputati vede, tra gli altri, Anna Patrizia Messina Denaro, Francesco Guttadauro (rispettivamente sorella e nipote del boss latitante) e Antonino Lo Sciuto.

2 recommended
KKKKK
203 views
bookmark icon
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com