Notizie

Bagheria, i lavori non partono: operai edili in protesta

• Bookmarks: 2


“L’unico ammortizzatore sociale che riconosciamo è il lavoro”. Questo lo slogan dei lavoratori delle aziende edili di Bagheria confiscate per mafia a Michele Aiello. Ieri mattina gli operai edili della Fillea Cgil hanno manifestato in rappresentanza dei 114 dipendenti di Ati Group, Edimar ed Ediltecna, chiedendo all’amministrazione giudiziaria che gestisce l’azienda di far ripartire i lavori nei cantieri non ancora ultimati e dati in commissione dall’Agenzia nazionale per i beni confiscati. La protesta, partita ieri alle ore 9.30 da via Dante, si è diretta verso corso Butera e corso Umberto, fino al Comune, all’interno del quale si è tenuta un’assemblea alla quale hanno partecipato anche gli operai stessi. L’ampliamento di Villa Santa Teresa, la commessa del Policlinico, la costruzione del mattatoio di Partinico e tanti altri sono i cantieri fermati che potrebbero, però, ripartire; ma a muoversi, almeno per ora, sono solo i lavoratori in protesta.

2 recommended
KKKKK
223 views
bookmark icon
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com