Notizie

Catania 28 arresti per furti

• Bookmarks: 7


[dropcap size=big]E[/dropcap]rano specializzati in “cavalli di ritorno”, la tecnica grazie alla quale la vittima può riavere indietro l’auto o la moto rubata solo ed esclusivamente attraverso il pagamento di un riscatto, spesso e volentieri molto alto. Nelle prime ore della mattinata di ieri, la Polizia, su delega della Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, ha eseguito un’ordinanza di misure cautelare nei confronti di ventotto indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata a furti, ricettazione, riciclaggio ed estorsioni. Venticinque sono già stati individuati e arrestai dalla polizia mentre altri tre destinatari del provvedimento restrittivo risultano ancora irreperibili.Gli arresti fanno parte dell’operazione denominata “Auto Market” e riguardano quattro organizzazioni che agivano in numerosi rioni di Catania: Trappeto, Cibali, Barriera e Picanello. Vere e prorpie centrali del furto, stando a quanto è emerso dalle intercettazioni e dagli accertamenti, che venivano smantellate e rivendute o riconsegnate ai proprietari dopo il pagamento di un riscatto. Quattro gruppi indipendenti ben collegati tra loro che non perdevano occasione per lavorare insieme o scambiarsi favori. Al momento non è stato accertato nessun collegamento con la criminalità organizzata. Tra loro vi sarebbero anche vittime di furto di favoreggiamento che avrebbero continuato a negare davanti le contestazioni mosse dalle forze dell’ordine. Una vicenda che eleva sempre di più Catania tra le prime città per furto d’auto. Già nel novembre del 2014, infatti, secondo una classifica stilata dal Sole 24 Ore,  basata sui dati del Ministero dell’interno, a Catania spetterebbe il primato negativo dei furti d’auto con 842,1 furti ogni 100.000 abitanti.

7 recommended
KKKKK
290 views
bookmark icon
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com