Politica

Il dopo Lupi? Sull’orizzonte si profila Raffaele Cantone

• Bookmarks: 1


Dopo le dimissioni, a Lupi bisogna fargli un grosso in bocca al lupo, ne ha bisogno. Dopo notti insonni, lunghe conversazioni con Incalza, dopo aver studiato tutti i cantieri italiani, dopo aver dovuto controllare i lavori all’Expo,  Lupi non taglierà il nastro di partenza dell’attesa manifestazione. L’inaugurazione dell’evento potrebbe vedere Matteo Renzi nella duplice veste di presidente del Consiglio e ministro ad interim. La corsa alla successione è aperta, tra i nomi papabili circola quello di Raffaele Cantone, magistrato e presidente dell’Autorità anticorruzione, una scelta molto simbolica vista la condizione nella quale si trova il ministero alle infrastrutture. Non è escluso nemmeno il nome di Mauro Moretti, amministratore delegato di Finmeccanica ed ex ad delle Ferrovie, o anche quello di Andrea Guerra, ex ad di Luxottica, che ora collabora da “superconsulente” a Palazzo Chigi. Tra i parlamentari, però, c’è chi scommette che ancora una volta Renzi sceglierà un ministro politico, non un tecnico. E magari una persona di sua stretta fiducia. In questa logica in pole position appare il nome di Luca Lotti, anche se il premier potrebbe piuttosto decidere di affidargli la struttura tecnica di missione delle Infrastrutture, se realizzerà l’idea di portarla a Palazzo Chigi. Qualcuno cita anche il deputato David Ermini. Ma, anche per riequilibrare la presenza femminile nel governo, non si esclude che la scelta cada su una figura come quella di Debora Serracchiani, attuale vicesegretario del Pd.

KKKKK
117 views
bookmark icon