Uncategorized

Lorenzo: “Yamaha ancora indietro alla Ducati”

• Bookmarks: 1


Siamo stati un po’ sfortunati con questo terzo giorno di pioggia, perché qui normalmente non piove o piove due, tre o quattro giorni l’anno. È toccato anche oggi e non abbiamo potuto allenarci. Non abbiamo pneumatici da bagnato e qui non si può guidare con la luce in acqua“. Così Jorge Lorenzo, pilota della Yamaha, al termine dei tre giorni di test MotoGp in Qatar. “Non abbiamo ancora trovato il set-up a causa di queste condizioni – ha spiegato lo spagnolo – siamo un po’ lontani dai più veloci che in questo momento sono le Ducati e Marquez. Abbiamo pianificato di fare tante modifiche nel set-up, ma non abbiamo potuto e ora dovremo aspettare due settimane“. Tra i pretendenti alla vittoria, quindi, su può inserire anche la Ducati visto come sono andati i test. “Sì, sicuramente. In Qatar vanno molto forte – ha detto Lorenzo – anche a Sepang Iannone ha fatto un grande giro, ma lì non avevano il ritmo che hanno qui. Qui sembra che con Marquez abbiano un ritmo più alto. Hanno anche quel vantaggio di litri e pneumatici. Senza questo vantaggio penso che in questo momento sono già molto competitivi, fanno abbastanza paura ma noi dobbiamo concentrarci sul nostro lavoro, che ne abbiamo tanto“. Infine a Lorenzo è stato chiesto cosa cambia tra Sepang e Qatar per la Yamaha. “È strano perché teoricamente su questa pista si dovrebbe andare meglio che a Sepang, ma non è stato così. In questi due giorni abbiamo trovato molta difficoltà per andare forte già dall’inizio. La Ducati – ha concluso il compagno di squadra di Valentino Rossi – è sempre andata forte qui, Stoner ha vinto tante volte e non è una grande sorpresa. Anche l’anno scorso andavano forte fino a che Dovi è arrivato terzo e Iannone è caduto ai primi giri ma stava andando forte. Non è una novità che vanno forte. Dobbiamo migliorare almeno di mezzo secondo“. Ad essere rimasta altamente delusa dopo questa sessione di prove, poi,  è senza dubbio la Michelin, che non ha avuto troppa fortuna nei test effettuati in Qatar. La pioggia, infatti, ha avuto la spiacevole conseguenza di sporcare l’asfalto con la sabbia che ha portato con sé di lavarlo della ‘gommatura’ dei giorni scorsi. Anche il fatto che siano restati i soli Pirro per Ducati e Aoyama per Honda non aiuta a pulire la pista. “E’ certamente un peccato – riflette Piero Taramasso, responsabile del motorsport per il gommista francese – Per noi è anche importante raccogliere dati su questa pista, ci torneremo solo il prossimo anno e sarà per la prima gara”.

KKKKK
179 views
bookmark icon
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com