Politica

Magda Culotta chiede chiarimenti

• Bookmarks: 2


[dropcap size=big]L[/dropcap]’ultima ondata di maltempo si è fatta sentire in tutto il paese ma in particolar modo nel centro sud e nelle isole.
Tra i territori più colpiti dall’ultima, tremenda, ondata di maltempo, sicuramente i territori appenninici del centro Italia ma anche alcune parti della Sicilia, che hanno subito forse i danni più ingenti.
Tra le zone che più hanno subito danni sicuramente vi è la provincia di Palermo, messa in ginocchio anche per quanto riguarda le vie di comunicazioni. L’attenzione su questo territorio è richiamata oggi da Magda Culotta, sindaco di Pollina e deputata del Partito Democratico alla Camera dei Deputati.
La Culotta è un volto noto ma nuovo allo stesso tempo della politica siciliana, eletta nel 2010 come sindaco (il più giovane della regione) e poi nel 2013 è entrata in parlamento.
Ieri, ha richiamato fortemente l’attenzione sull’inadeguatezza del proprio territorio a fronteggiare temporali o bufere di vento che, aimè, saranno probabilmente sempre più frequenti.
Il giovane sindaco afferma: «L’ultima ondata di maltempo ha provocato danni ingenti in tutta la provincia di Palermo, dove a causa di inondazioni, frane e smottamenti intere famiglie sono state evacuate dalle loro case e alcune località delle Madonie sono rimaste isolate.
Sottoporrò la questione ai Ministeri di riferimento, sollecitando intanto una serie di misure per affrontare l’emergenza e poi una campagna di interventi di manutenzione costante, che possano scongiurare il ripetersi di situazioni simili”.
E ancora:” Non è più tollerabile che il normale alternarsi delle stagioni metta in ginocchio la viabilità di una regione e la sicurezza di intere famiglie.
Mentre è in atto la riforma delle province, bisogna porre in essere azioni di monitoraggio e cura delle strade provinciali, spesso oggetto di scarsa manutenzione del manto stradale e dei costoni che le delimitano”.
Questo della manutenzione e dell’inadeguatezza di alcune delle infrastrutture siciliane è un problema che viene da lontano ma che incontra adesso altri elementi tali da rendere il problema assai peggiore; nel tempo la mancanza di manutenzione non ha fatto che peggiorare le cose e l’incedere maggiore e meno prevedibili delle precipitazioni ha sicuramente reso palese il problema.
Detto questo la situazione, dopo le piogge ininterrotte dei giorni passati, è davvero grave nei pressi del tratto che collega Isnello, Collesano e le località delle alte Madonie.
La carreggiata qui è inagibile, chiusa da giorni a causa di un grosso movimento franoso, non l’unico però rilevato nella zona.
Si registrano infatti disagi in tutte le arterie che collegano i comuni madoniti tra di loro.
Ora bisognerà agire e sarà fondamentale l’azione del ministero competente, in questo caso quello dei trasporti.
Dal canto suo la Culotta si è impegnata attraverso un’interpellanza parlamentare presentata con il collega Ribaudo.
“Bisogna intervenire al più presto per garantire la sicurezza dei cittadini per chiedere la verifica di tutte le strade provinciali nazionali e, a seguito degli ultimi avvenimenti, continuerò a farmi portavoce per il territorio, per chiedere al Governo un aiuto concreto ed evitare l’isolamento di intere comunità” ha affermato il sindaco e deputato siciliano.
Michele Mariani

2 recommended
KKKKK
126 views
bookmark icon