Notizie

Pericolo per i pescherecci mazaresi in acque libiche

• Bookmarks: 1


[dropcap size=big]S[/dropcap]erio rischio per i pescherecci di Mazara del Vallo per via delle tensioni degli ultimi giorni in Libia, a rischio soprattutto la vita degli stessi imbarcati. Proprio per questo motivo, il Coordinamento, costituito dai rappresentanti del Distretto Produttivo della Pesca, Confederazione Impresa Pesca-Coldiretti, Co.Ge.P.A Mazara-Lega Pesca, Fiume Mazaro-Unci Pesca, O.P. “Il Gambero e la Triglia del Canale” e dai sindacati Flai-Cgil, Uila-Uil e Fai-Cisl, ha richiesto un’interrogazione su questa grave emergenza facendo valere le norme di diritto internazionale. I pescatori siciliani hanno la facoltà e il diritto di pescare in quelle zone ed essere tutelati sia dal Governo Italiano che dall’Unione Europea. Riguardo questo, l’eurodeputato Michela Giuffrida ha proposto un pattugliamento, nelle zone in cui viene effettuata la pesca da parte dei pescatori siciliani, con navi militari italiane, in modo che venga garantita l’incolumità degli stessi così che possano svolgere con tranquillità una pesca responsabile, secondo i principi dell’economia consapevole della Blue Economy, istituita proprio per garantire la responsabilità, individuale e collettiva, partendo dal mare della Sicilia. Proprio i pescatori di Mazara del Vallo hanno richiesto di ripristinare la sicurezza in quelle zone, facendo presa sulle norme del diritto internazionale, stabilito dieci anni prima, quando la Libia ha diffuso la propria territorialità fino al limite di 74 miglia marine dalla costa, impossessandosi così della maggior parte di zone di pesca, dove venivano pescati principalmente i famosi gamberi di Mazara. Negli ultimi tre anni la chiusura di quel tratto di pesca ha determinato una diminuzione di molti posti di lavoro nell’intera filiera ittica del comune di Mazara.

Valentina Bongiovanni

KKKKK
153 views
bookmark icon
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com