Italia

Armi e droga conservate in una piccola cappella di quartiere


Ieri i Carabinieri della Stazione di Marianella hanno trovato all’interno di una piccola cappella nel quartiere Piscinola di Napoli, armi e droga.
Si tratta di ben due chilogrammi di cocaina purissima, una pistola calibro 38 special e 18 cartucce dello stesso calibro.
Il blitz all’interno della chiesa è avvenuto nelle mattinate: armi e droga erano state conservate dietro l’altare, per terra, in una grande busta di carta, che oltre a delle armi conteneva droga per un totale di 100mila euro.
Tutta la chiesa è stata poi setacciata e, incise nelle panchine di legno, sono state anche trovate delle “dediche” ad alcuni membri del clan Lo Russo. Appare con particolare frequenza il nome di Giuseppe Lo Russo, attualmente detenuto, figlio dello storico capoclan dei “capitoni”, Antonio e fratello di Mario, considerato attuale reggente del clan e arrestato lo scorso settembre per droga e associazione di tipo mafioso.
Sono in corso le indagini per riscontrare la riconducibilità del materiale sequestrato, ma è sicuramente singolare come un quantitativo così ingente di armi e cocaina purissima si potesse trovare alla portata di tutti addirittura all’interno della piccola cappella di quartiere.

KKKKK
189 views
bookmark icon
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com