Notizie

Caos traffico, arrivano nuove aree pedonali nel centro storico

• Bookmarks: 1


«Abbiamo il sole, il mare, i fichi d’india, ma purtroppo siamo famosi per una terribile piaga: il traffico!». Vuoi vedere che lo zio di Benigni, nel celebre Johnny Stecchino, aveva ragione? Quella che voleva essere sottile ironia si sta trasformando in amara realtà. È di ieri la notizia del record – per nulla ambito – di città più trafficata d’Italia; la “piaga tentacolare” del traffico continua ad aver ripercussioni sulla quotidianità dei palermitani. I provvedimenti presi dall’amministrazione comunale per arginare il problema, a volte rischiano di acuirlo, provocando le giornaliere imprecazioni degli automobilisti, ormai confusi dai frequenti stravolgimenti (vedi il doppio senso al foro italico), e dei commercianti, spiazzati anch’essi da provvedimenti che limitano il traffico veicolare e, dunque, l’afflusso dei clienti. Le diverse pedonalizzazioni di Palermo non hanno portato ai benefici sperati, soprattutto quelle di via Maqueda e di alcune zone di piazza Marina, contribuendo a rendere ancor più caotica una città già sofferente per i cantieri del tram. Dal 16 Aprile, inoltre, entreranno in vigore due ordinanze per regolamentare la sosta dei residenti delle zone vicine a piazza Marina. Il provvedimento mira, secondo il sindaco Orlando, a disincentivare l’uso del mezzo privato per coloro che frequentano il centro storico nelle zone notturne, e prevede l’istituzione di aree parcheggio riservate ai residenti delle zone adiacenti alle aree pedonali di piazza Sant’Anna, piazza Rivoluzione e piazza Magione . «Con questo provvedimento si intende favorire i residenti» spiega Orlando «che hanno visto ridurre le possibilità di sostare, per via della pedonalizzazione delle più importanti piazze storiche della città, che venivano impropriamente usate come aree parcheggio». Le aree di sosta saranno di due tipi e suddivise per fasce orarie; per i residenti l’opportunità di ritirare dei pass presso le sedi comunali decentrate di piazza Marina, all’Anagrafe di Viale Lazio o alla postazione di via Bevignani. Nei giorni scorsi proteste anche da parte dei commercianti che oltre alla crisi economica devono fronteggiare il disorientamento dei clienti. Ma quest’ultimo provvedimento, secondo l’assessore alla mobilità Giusto Catania, tutela proprio i commercianti: «Nell’ottica di garantire il processo di partecipazione attiva all’amministrazione della città, ci siamo confrontati con le organizzazioni di categoria dei commercianti del Centro storico e tenendo conto delle richieste da loro avanzate abbiamo cercato di garantire il ricambio delle automobili nelle zone con una maggiore presenza di negozi. Sono provvedimenti» ha concluso Catania «che rispondono ai requisiti di vivibilità necessari per il Centro storico». Molti palermitani ieri, nella giornata tradizionalmente dedicata agli scherzi del pesce d’Aprile, hanno stigmatizzato questi provvedimenti sui social-network, scrivendo di improbabili pedonalizzazioni di viale Regione siciliana, la circonvallazione di Palermo.

di: Vito Lo Franco

KKKKK
163 views
bookmark icon
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com