Notizie

Cassazione, il conducente risponde di omicidio colposo se un minore muore per avere slacciato la cintura

• Bookmarks: 13


Il conducente di un veicolo è responsabile di omicidio colposo, anche se il minore che trasporta a bordo si è slacciato la cintura di sicurezza da solo, venendo poi ucciso perché sbalzato fuori dall’abitacolo per un incidente.

Lo ha stabilito la Corte di cassazione in una recentissima sentenza (la n. 32864 dello scorso mese di novembre). Questi i fatti. Una bambina viaggiava a bordo di un’auto seduta sul sedile posteriore quando, a causa di un incidente, venne sbalzata fuori dall’abitacolo, riportando gravi lesioni, a seguito delle quali moriva. Il giudice di primo grado ha riconosciuto il conducente colpevole di omicidio colposo, per violazione dell’articolo 172 del codice della strada, per non avere agganciato la bambina al sedile posteriore dell’auto con le cinture di sicurezza, in modo da evitare danni in caso di incidente. L’uomo si era difeso dicendo che la colpa era invece della stessa minore, che era riuscita a sganciare da sola le cinture di sicurezza che la trattenevano. Anche il successivo giudizio d’appello ha confermato la condanna. Il conducente ha allora fatto ricorso alla Corte suprema, che ha anch’essa confermato la decisione dei giudici di merito, poiché grava sul conducente l’obbligo di fare rispettare ai passeggeri le regole del codice della strada durante tutto il viaggio, compreso l’obbligo di allacciare le cinture di sicurezza, confermando così la condanna dell’uomo per omicidio colposo.

Ciro Cardinale

CS

13 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
245 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com