Notizie

Estate Mondellana 2021… senza “Zio Pippo”

• Bookmarks: 8


Palermo – Per oltre 50 anni, puntualmente ad ogni seconda domenica di giugno, lo s’incontrava, intorno alle 9:30, a Mondello, nei pressi dell’ex cabina radio, in Viale Regina Elena, proprio di fronte il Commissariato di Polizia. Giuseppe (Pippo) Taranto, scomparso lo scorso 4 marzo a 80 anni, aveva frequentato l’Istituto per Geometri e diplomatosi all’Istituto D’Arte con Magistero di Palermo, si era abilitato all’insegnamento dell’educazione artistica nelle scuole.

Aveva poi frequentato l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico di Roma e prese parte ad alcuni spettacoli presso il CUT (Centro Universitario Teatrale) di Palermo; contemporaneamente, conduceva varie trasmissioni dalla sede RAI di Vicolo Cerda. Nel 1967 l’Ing. Giuseppe Castellucci della “Società Mondello Italo Belga”, lo scelse per animare le stagioni balneari del lido. Nacque, così, il personaggio “Zio Pippo” che dal “Centro Radio” organizzava e conduceva, con professionalità, numerosi giochi e divertimenti per grandi e piccoli e turisti di passaggio, rendendo più tollerabile la calura. Tutte le domeniche, dalle 10:00 alle 12:30, “Zio Pippo”, sempre con camicia e pantaloni bianchi e l’immancabile megafono, si piazzava nel suo habitat naturale (la storica stazione radiofonica che trasmetteva annunci e pubblicità e che l’ex sindaco Elda Pucci, soppresse perché infastidiva) e, coadiuvato da un paio di fedeli collaboratori, animava i suoi numerosi giochi che, settimanalmente, cambiavano: “Tiro alla fune”, “La mia Mondello”, “La donna barbiere”, “La pesca miracolosa” “Gare di canto”, “Dove si trova”, “La corsa dei secchielli”, “Il giro del mondo”, “Il castello di sabbia più bello”, “Il Trottolone”, “Il proverbio scompigliato”, “Mr. e Miss Baby Mondello” e molti altri. Ai vincitori consegnava i regali offerti dallo sponsor, “Caffè Monachello”: servizi di piatti o di bicchieri, tazzine da caffè, originali tazze da latte, confezioni di caffè, boccali da birra, ventagli, berrettini, tris di contenitori in porcellana. Durante la Festa di Chiusura, che si svolgeva nei primi di settembre, ai vincitori dei giochi a lungo termine, venivano date delle splendide coppe o targhe ricordo. Nel 2020, con l’avvento del Covid-19, “Zio Pippo” fermò i giochi pur sapendo che l’allegria è necessaria per le relazioni umane, soprattutto con il gioco; ma l’assembramento può far crescere altri focolai del virus e le responsabilità di un animatore, come grande è la preoccupazione che i suoi piccoli e grandi fans mondellani, possano infettarsi. Pippo Taranto, quindi, ha fermato i giochi anche quelli on line che i suoi collaboratori gli avevano suggerito quale proposta alternativa, perché, sosteneva che non potevano avere mai la stessa valenza di quelli… de visu, soprattutto per lo storico sponsor “Caffè Monachello” che ha seguito lo “Zio Pippo” sin dal 1967. Per tali motivi, l’intrattenitore si accomiatava da tutti i mondellani, augurando loro, come era solito, buona estate e… un bacio alla vita. 

    Franco Verruso

Com. Stam.

ZIO PIPPO MEGAFONO 2018

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 66

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 86

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 66
8 recommended
comments icon0 comments
0 notes
70 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *