Spettacoli

Il circo sociale arriva ai Danisinni e porta in scena Calvino

• Bookmarks: 22


Sabato 14 e domenica 15 da BAM Circus a Chapito Danisinni: Traiettorie di Circo: un ponte culturale tra Milano e Palermo

Dopo la prima sperimentazione a Milano, sbarca a Palermo una declinazione inedita di BAUCI all’interno del programma di Traiettorie di Circo, l’evento di circo contemporaneo e sociale, frutto del gemellaggio favorito da Fondazione Eos –  Edison Orizzonte Sociale ETS fra Chapitô Danisinni – Circ’all di Palermo e BAM Circus – Il Festival delle Meraviglie al Parco, evento prodotto da BAM– Biblioteca degli Alberi Milano, progetto della Fondazione Riccardo Catella.

All’interno degli spazi della Fattoria Sociale di Danisinni (Piazza Danisinni) sabato 14 e domenica 15 ottobre la compagnia di circo contemporaneo Quattrox4 di Milano metterà in scena una nuova versione di BAUCI, spettacolo che rende omaggio a “Le Città Invisibili” di Italo Calvino, commissionato da BAM e andato in scena per la prima volta a Milano a maggio 2023 all’interno del programma della seconda edizione del Festival milanese.

Lo spettacolo condurrà il pubblico all’interno di un’esperienza immersiva e partecipativa dove le arti circensi diventano ponte tra la realtà e i mille mondi immaginifici dello scrittore di cui proprio ad ottobre ricorre il centenario dalla nascita.

L’evento è gratuito, aperto a tutta la cittadinanza, adatto a un pubblico sia di bambini che di adulti. Dopo la prima di sabato 14 ottobre alle ore 11.00, lo spettacolo andrà in scena anche alle ore 17.00 e domenica 15 alle ore 17.00.

Completano l’esperienza dello spettatore le installazioni artistiche prodotte dai giovani dei quartieri Danisinni e Noce di Palermograziealla sperimentazione laboratoriale di avvicinamento al libro di Calvino ideata da La Grande Fabbrica delle Parole di Milano in collaborazione con Fondazione EOS. Qui, i partecipanti al percorso, ispirati dalle pagine di Calvino, hanno provato a rappresentare con parole, immagini e video la loro “città invisibile”, tirando fuori il loro desiderio di luogo urbano. Le suggestioni emerse sono state raccolte e trasformate in opera scenica daChapitô Danisinni, grazie al sostegno di Fondazione Eos.

Traiettorie di Circo frutto del gemellaggio con BAM, si inserisce in continuità nel lungo processo, all’interno del progetto Traiettorie Urbane a Palermo– iniziativa sostenuta dalla Fondazione EOS e dall’impresa sociale Con i Bambini –, che ha rappresentato e rappresenta tutt’oggi un’opportunità per i ragazzi e le ragazze del quartiere che, durante i laboratori gestiti da Circ’All ETS in collaborazione con Comunità di Danisinni ETS, hanno acquisito le competenze utili a gestire l’illuminotecnica, la comunicazione e la promozione di un evento. Esperienze legate al saper fare che verranno ulteriormente potenziate in occasione della residenza artistica che vedrà ospite a Palermo la compagnia Quattrox4 nei giorni che precedono la messa in scena dello spettacolo BAUCI: i giovani partecipanti ai laboratori di Traiettorie di Circo, infatti, impareranno a gestire un evento di hosting e di management per l’accoglienza degli artisti, un’occasione di scambio e confronto con professionisti che arricchirà il loro bagaglio culturale, umano e professionale.

Siamo entusiasti di sostenere l’appuntamento Traiettorie di Circo a Palermo dopo il successo dell’edizione milanese realizzata pochi mesi fa” dichiara Francesca Magliulo, Direttrice della Fondazione EOS – Edison Orizzonte Sociale. “Si tratta di un’iniziativa di cui siamo molto fieri perché sintetizza perfettamente il nostro modello di innovazione sociale all’insegna della coprogettazione, della condivisione delle competenze e del fare rete con gli ETS e gli attori territoriali con cui ci confrontiamo, e perché proprio il nostro progetto bandiera, Traiettorie Urbane, che promuove la crescita sociale degli adolescenti di sei quartieri della città di Palermo, ha favorito il collegamento con Chapitô Danisinni e BAM Circus. In Traiettorie di Circo, arte, cultura e divertimento si incontrano in un connubio perfetto in grado di rafforzare la coesione sociale e ridurre le distanze, abbattendo i muri della diversità. Un’opportunità anche di avvicinare i ragazzi con una modalità nuova alla lettura e a un grande autore come Calvino.

Meraviglia come ponte sociale e culturale capace di attraversare l’intero Paese: il progetto che abbiamo costruito con Palermo è esempio tangibile di come la cultura possa essere elemento di coesione sociale, aggregazione, connessione tra comunità. A maggio, abbiamo avuto il piacere di invitare a Milano in occasione di BAM Circus: il Festival delle Meraviglie al Parco i ragazzi di Chapitô Danisinni con talk, una performance con Salvo Stassi e un workshop pensato per avvicinare i giovani al mondo delle arti circensi. Adesso siamo felici ed emozionati di portare BAM Circus, e un po’ di Italo Calvino, a Palermo, attraverso la performance che BAM ha commissionato a Quattrox4 proprio per la seconda edizione del Festival delle Meraviglie. Un progetto che rappresenta un’opportunità straordinaria per sperimentare insieme il potere unificante dell’arte della cultura nell’animazione degli spazi pubblici e nella creazione di comunitàdichiara Francesca Colombo, Direttore Generale Culturale di BAM  Biblioteca degli Alberi Milano, Fondazione Riccardo Catella.

Traiettorie di Circo è organizzato da Chapitô Danisinni – associazione di promozione culturale e sociale che reinterpreta le Arti circensi in chiave contemporanea e innovativa come strumento pedagogico e creativo ad alto impatto sociale, grazie alla collaborazione di BAM – Biblioteca degli Alberi Milano, Fondazione Riccardo Catella con il supporto di Fondazione Eos nell’ambito di Traiettorie Urbane, progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e cofinanziato da Fondazione EOS Edison Orizzonte Sociale ETS e ideato da CLAC ETS, Associazione Mare Memoria Viva e Fondazione EOS Edison Orizzonte Sociale. Realizzato in partnership con Centro Diaconale “La Noce” – Istituto Valdese, Cantieri Culturali alla Zisa ETS, Comunità di Danisinni ETS, Booq, SEND, Handala, U’Game, Edi Onlus, Cpia Palermo 1 – Nelson Mandela, IC Antonio Ugo, Maghweb e Comune di Palermo.

Fondazione EOS – Edison Orizzonte Sociale è la fondazione d’Impresa di Edison S.p.A, operatore attivo su tutta la filiera energetica e leader della transizione energetica in Italia. Nasce nel gennaio 2021, con l’obiettivo di creare valore sociale sul territorio, sostanziando il ruolo della società come operatore energetico responsabile, consolidando così il suo impegno nel contribuire con le proprie persone e competenze agli obiettivi dell’Agenda 2030 e, in particolare, a quelli dedicati all’educazione di qualità (SDG4), all’inclusione sociale e riduzione delle disuguaglianze (SDG10), alla promozione di comunità sostenibili in cui patrimonio culturale e naturale siano elementi imprescindibili di identità e sviluppo (SDG11) e alle azioni di rafforzamento dei rapporti di partenariato per il raggiungimento di obiettivi sostenibili comuni (SDG17). EOS opera su tutto il territorio nazionale attraverso piani triennali. Per il triennio 2022 – 2024 ha deciso di concentrare la propria attenzione sulla fascia dei preadolescenti e adolescenti (11- 16 anni in prevalenza) in condizioni di fragilità, attraverso la coprogettazione e il sostegno di interventi di contrasto alla povertà educativa e sociale.

FONDAZIONE RICCARDO CATELLA, attiva dal 2005, ha come missione primaria quella di promuovere lo sviluppo sostenibile del territorio e degli spazi pubblici urbani. Nel corso degli ultimi 18 anni ha sviluppato una serie di programmi civico-culturali dedicati alla sostenibilità ambientale e all’inclusione sociale, tra cui “Mi Coltivo, Orto a Scuola”, progetto di realizzazione di orti didattici dedicati ai bambini realizzati in scuole pubbliche periferiche di Milano e “Porta Nuova Smart Camp”, un progetto inclusivo e innovativo che riunisce in un’esperienza comune bambini con disabilità o patologie gravi e bambini sani. Da luglio 2019, grazie ad un’innovativa partnership pubblico-privata con il Comune di Milano e COIMA la Fondazione Riccardo Catella, con il progetto BAM – Biblioteca degli Alberi Milano, diventa responsabile della gestione, della sicurezza, della manutenzione e del programma culturale del parco pubblico di Portanuova – quartiere simbolo di innovazione e primo al mondo ad aver ottenuto la doppia certificazione di sostenibilità LEED® e WELL® for Community.

BAM – Biblioteca degli Alberi Milano è un giardino contemporaneo di 10 ettari, concepito come una biblioteca botanica urbana con un incredibile patrimonio vegetale: oltre 100 specie, più di 500 alberi che formano 22 foreste circolari e 135.000 piante tra aromatiche, siepi, arbusti, bulbi, rampicanti, erbacee e acquatiche. BAM produce un palinsesto, gratuito e dedicato al binomio natura-cultura: i BAMoment, attività distribuite su tutto l’anno per celebrare la stagionalità, pensate per essere vissute all’aria aperta e che si ispirano agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Momento di punta della programmazione è BAM Circus – Il Festival delle Meraviglie al Parco, una tre giorni dedicata al teatro di strada e alle arti circensi contemporanee che ha portato il pubblico in un viaggio immaginifico capace di accendere sogni ed emozioni attraverso la Meraviglia.

Foto di Alessandro Villa, Spettacolo BAUCI Compagnia Quattrox4 Milano

Com. Stam. + foto

22 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
225 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com