Libri

LIBRI: “Mafie e Mafie: Cosa nostra e la dote vincente” di Luca Federici

• Bookmarks: 19


LA MAFIA NELLA GUERRA…

Il secondo conflitto mondiale era già esploso da due anni quando l’8 dicembre 1941 il Congresso degli Stati Uniti a seguito dell’attacco nipponico a Pearl Harbor il giorno precedente, dichiara guerra al Giappone ed entra a pieno titolo in bellum. Già dai primi mesi del 1942 nel porto di New York pescatori di origine tedesca ed italiana ostacolarono con sabotaggi ed attentati ogni operazione governativa, solidarizzando con la propria madre patria. Addirittura nel giro di due giorni, tra il 12 ed il 14 febbraio era stato dato alle fiamme il transatlantico Normandie e fatte esplodere ben tredici (13) navi trasportatrici Liberty.

A Dannemora, nella metropoli di New York, si trova il più grande e tra i più antichi carceri di massima sicurezza dello stato dove nel lontano 1941 era rinchiuso un certo Salvatore Lucania, americanizzato in Charlie Luciano, conosciuto al grande pubblico come Lucky Luciano, celebre esponente di Cosa nostra americana ossia boss della famiglia Genovese. A lui si rivolse la Marina americana […] per la cessazione delle ostilità nel porto cittadino. Così si principiava […] la preparazione, l’invasione e la permanenza […] degli americani […] e del controllo mafioso, nell’isola siciliana.

Nel giro di poche settimane dopo l’incontro avuto tra il boss italiano e uomini della Naval Intelligence, i risultati diedero i loro frutti con la cessazione di ogni ostilità […].

Gli Americani decisero di attaccare direttamente il suolo nemico con la prima invasione in assoluto, lo sbarco in Sicilia, quella che poi prese il nome di «Operazione Husky». Si sarebbe prospettata come la più grande manovra offensiva mai avvenuta fino ad allora, che nell’effettività coinvolse circa centosessantamila (160.000) uomini tra americani, canadesi ed inglesi […]. Per questa prima operazione così delicata ed ambiziosa gli statunitensi si ricordarono di quel criminale […] che li aveva aiutati già in passato. Poco più di un anno dopo dall’ultimo incontro, ancora attraverso gli uomini della Naval Intelligence, ma questa volta nel carcere di Great Meadow, si realizzò la seconda “riunione” con Lucky Luciano.

Da quell’incontro ne uscirono tutti soddisfatti […].»

Più che «trattativa» tra Stato e mafia sarebbe congruo parlare di «patti». Raggiunti. Ed il plurale, non è refuso.

Il libro a firma del dott. Luca Federici è ora disponibile in tutto il mondo in esclusiva su Amazon sia in formato cartaceo che digitale.

[DESCRIZIONE]

Cos’è la mafia? Qual è la caratteristica, il genoma che le ha permesso di sorgere, prosperare e perdurare nei secoli? Cosa nostra è la “regina” nell’immaginario storico e culturale mondiale della malavita organizzata. Essa è profondamente cambiata, ma non mutata nel corso del tempo: trapassando e mai estinguendosi allo spirare da un millennio all’altro; alle forme di Stato e governo succedutesi; alle culture, al mutare dell’economia, della società, della finanza e del mondo ora sempre più connesso e globalizzato. Quali sono (state) le sue caratteristiche dirimenti e “speciali”? Chi è, se v’è, l’ereditiera del suo impero? C’è mai stata trattativa tra lo Stato e la mafia? Non è forse corretto parlarne al plurale: trattative?
La “dote” della mafia in generale e Cosa nostra specificatamente è il suo intimo e talora originario carattere di potere, con il Potere. Essa non è componente reietta della società ma sua crème.

La lettura si incentrerà sulla storia, quella più atavica e finanche oscura sino ad ingiungere alla cronaca; proseguirà con valutazioni di carattere intellettuale e letterario di Autori ed opere diverse per quanto non riflettute (Franchetti, Manzoni, Sciascia, Tomasi di Lampedusa e Verga: cosa hanno in comune e che c’entrano colla mafia?).
Infine alcune chicche: l’intervista (inedita) al magistrato Armando Spataro; la recensione sul videogame Mafia: II, che all’epoca non poco fece discutere e un breve brano in inglese per rendere tributo all’italo-statunitense Joe Petrosino.

La dote era l’insieme di beni che la famiglia della sposa conferiva allo sposo con il matrimonio. Qual è quindi questa dote? Ma soprattutto: chi è il nubendo? Si spera solo non sia (stato) lo Stato.

[INDICE]

PREMESSA

INTRODUZIONE

I PARTE

  1.             IL TEMPO DELLA MAFIA
  2.             LA CRIMINALITÀ MAFIOSA – Il genoma vincente
  3.             COSA NOSTRA, MAFIA, 1861, SICILIA
  4.             FECONDITÀ MAFIOSA
  5.             DAL FEUDALESIMO ALLO STATO LIBERALE: L’ITALIA UNITA

Il Banditismo

Il primo omicidio politico mafioso eccellente

  1.             DALLO STATO LIBERALE AL FASCISMO
  2.             LA MAFIA NELLA GUERRA…
  3.             … LA MAFIA NELLA PACE
  4.             LA NASCITA DELLO STATO REPUBBLICANO

Portella della Ginestra, la prima strage di Stato

La mattanza sindacalista

  1.          L’EVOLUZIONE DELLA MAFIA
  2.          BORGHESIA E MASSONERIA
  3.          LA GUERRA CORLEONESE
  4.          SICILIA REGIONE IN GUERRA
  5.          UOMINI. NÈ EROI NÈ SANTI. UOMINI LIBERI
  6.         LA MAFIA ESISTE
  7.          IL MAXIPROCESSO A COSA NOSTRA: LA NASCITA, I SUCCESSI E LA MORTE DEL  POOL ANTIMAFIA
  8.          L’EVERSIONE TERRORISTICO-MAFIOSA
  9.          L’INIZIO DELLA TRATTATIVA
  10.          VIA MARIANO D’AMELIO, 19 LUGLIO 1992
  11.          LE TRATTATIVE E LA MANCATA PERQUISIZIONE DEL COVO DI RIINA
  12.          LE STRAGI IN CONTINENTE
  13.          «L’INNOCENZA DI GIULIO»
  14.          CONFIDENTI, PENTITI, INFILTRATI, COLLABORATORI E TESTIMONI DI

GIUSTIZIA

I confidenti

Il pentito

Gli infiltrati

I collaboratori di giustizia

La dissociazione

I testimoni di giustizia

  1. DIO E MAFIA NON SEMPRE OSSIMORO
  2. PER UN CONTRASTO PIÙ EFFICIENTE ALLA MAFIA
  3. IL FUTURO MAFIOSO

LE ALTRE MAFIE

Camorra

‘ndrangheta

PARTE II

  1. FRANCHETTI, MANZONI, SCIASCIA, TOMASI DI LAMPEDUSA E VERGA:

MOLTE STORIE, PER UNA STORIA

  1. LA MAFIA NEL NUOVO MEDIUM: IL VIDEOGAME

2.1 Recensione Mafia II

  1. JOE PETROSINO’S LIFE
  2. INTERVISTA AL DOTTOR ARMANDO SPATARO

NOTE COMPLESSIVE E CONCLUSIVE DELL’AUTORE

Com. Stam.

19 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
618 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com