Notizie

SINALP l’8 Marzo il Progetto Zero Molestie e l’eguaglianza di genere

• Bookmarks: 5


Nella disputa tra la data  del 28 febbraio del 1908, quando per la prima volta le camiciaie Newyorkesi diedero vita ad uno sciopero per rivendicare migliori condizioni di lavoro, e quella del 25 marzo 1911, quando un incendio in una fabbrica di New York uccise più di 140 lavoratrici, che si contendono l’inizio dell’ormai famosa “Giornata della Donna” istituzionalizzata l’8 marzo di ogni anno, ormai assistiamo alla scomparsa delle vere motivazioni e rivendicazioni sociali ed economiche che hanno portato ad istituire questo evento mondiale.

Il Segretario Regionale del Sinalp Sicilia Dr. Andrea Monteleone, assieme alla Direzione Regionale ed a tutti i lavoratori e le lavoratrici che si riconoscono in questa organizzazione sindacale, ha sempre posto la massima attenzione alla difesa dei diritti delle donne e dell’eguaglianza sociale ed economica delle lavoratrici.

Purtroppo notiamo che, negli anni, si va sempre più affermando una deriva sociale che sta trasformando la lotta per la parità dei sessi in un atteggiamento, posto in essere da alcuni segmenti politici, di rivendicazioni e vendette nella convinzione che l’uomo e la donna debbono essere antagonisti e contrapposti.

Questo atteggiamento negativo, che non ha alcun fondamento di giustizia sociale e di eguaglianza professionale ed economica, rischia di distruggere il fragile equilibrio raggiunto tra i due sessi, anche grazie alle storiche lotte delle donne durante tutto il novecento del secolo scorso.

Il voler imporre, nel rispetto di un errato ed ipotetico concetto di “politicamente corretto”, perfino il cambio dei nomi e dei titoli per distinguersi a tutti i costi dal “genere maschile” non ha alcun fondamento nelle lotte per i diritti e per l’uguaglianza sociale che le donne hanno meritoriamente combattuto.

L’altro ieri abbiamo ascoltato le parole di una donna che si è dimostrata anche grande, il Direttore d’Orchestra Beatrice Venzi, che consapevole di non essere “da meno” rispetto a nessuno, sia uomo che donna, durante il Festival di Sanremo ha dichiarato di voler essere indicata come Direttore d’Orchestra e non Direttrice.

I titoli e le posizioni sociali si conquistano e si ottengono per le capacità e la bravura dimostrata sul campo e non perchè semplicemente si appartiene ad un genere rispetto ad un altro.

Questa Donna ha dato una schiaffo a tutti quelli che pensano che solo declinando tutto al femminile si raggiunge la parità con l’uomo o peggio si ottenga la supremazia tre i due generi.

Questa assurda concezione ideologica del declinare al femminile ogni aggettivo e titolo per raggiungere la parità dei generi sta dilagando in diversi segmenti della nostra società incrementando l’assurda l’idea di uomini e donne in contrapposizione ed in lotta tra di loro per un presunto primato sociale.

Come Sinalp, quest’anno, vogliamo dedicare l’8 marzo del 2021 a Beatrice Venzi che ha avuto il coraggio di voler essere riconosciuta come una affermata professionista nel suo campo perchè è  brava e competente, e non perchè il suo titolo viene declinato al femminile con il termine “Direttrice” in quanto donna.

Beatrice Venzi ha conquistato sul campo il suo titolo professionale lavorando sodo, con sacrificio e capacità, concetti questi che si hanno non perchè donna o uomo ma perchè esistono esseri umani che sono in grado di emergere e diventare punti di riferimento per tutti senza doversi aggrappare all’appartenenza di un genere rispetto all’altro.

Nella difesa della crescita professionale grazie alle capacità intrinseche che si posseggono, e non per la sola appartenenza ad un genere rispetto all’altro, la Direzione Sinalp Sicilia anche quest’anno ha dato vita al Progetto “ZERO MOLESTIE contro la violenza e per l’integrazione delle donne nel mondo del lavoro” istituendo una linea telefonica dedicata a tutte le donne che giornalmente si recano al lavoro e si confrontano professionalmente con i loro colleghi uomini.

La Direzione Regionale Sinalp Sicilia

Com. Stam.


Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 66

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 86

Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 66
5 recommended
comments icon0 comments
0 notes
257 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *