Notizie

Covid, in aumento la povertà in Sicilia, ma c’è tanta solidarietà

• Bookmarks: 5


Prima la crisi economica, che dal 2008 continua a mordere incessante l’Italia e la Sicilia, adesso pure la pandemia Covid-19 e così le famiglie siciliane sono sempre più povere.

Secondo i dati diffusi dalla Caritas siciliana, sono sempre di più i nuovi poveri che ogni giorno cercano un pasto o un aiuto economico per pagare una bolletta, comprare le scarpe ai figli o acquistare un farmaco. Rispetto a prima, quando la crisi era solo economica, quando i maggiori utenti erano gli extracomunitari o i senza fissa dimora, con il Covid sono sempre più coloro che si presentano alle porte delle Caritas siciliane per chiedere un aiuto. Alle mense della Caritas di Catania e di Palermo vengono distribuiti ogni giorno circa 700 pasti ed in coda per ricevere un piatto di minestra per l’80% sono tutti siciliani, segno che le famiglie sono ormai al collasso, perché c’è gente che ha perso il lavoro, non è riuscita ad avere il reddito di cittadinanza, né la cassa integrazione, per cui sono davvero disperati. La povertà è cambiata, “grazie” al Covid che l’ha resa trasversale e “democratica”; essa colpisce tutti, addirittura commercianti, ristoratori, commessi di negozi. Per fortuna c’è la Caritas e le altre associazioni di volontariato attive sul territorio che stanno ricevendo tanti aiuti perché, se l’economia s’è fermata, non si è di certo arrestata la solidaritetà dei siciliani, anzi con la pandemia sono aumentate le donazioni. Anche i clubs siciliani del Lions clubs international stanno offrendo una grosssa mano in questo momento di crisi, acquistando alimenti, farmaci, abbigliamento, buoni spesa da donare direttamente a parrocchie, centri di ascolto, portando un aiuto concreto a chi ne ha bisogno. 

CS


Warning: json_decode() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.giornalelora.it/home/wp-content/plugins/posts-social-shares-count/classes/share.count.php on line 86
5 recommended
comments icon0 comments
0 notes
168 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *