Apertura

Giù le mani dall’acqua pubblica, sit-in all’ ARS dei sindaci

• Bookmarks: 1


“L’acqua è pubblica e deve rimanere pubblica” è lo slogan dei Sindaci siciliani e dei consiglieri comunali, ieri sotto all’Ars per protestare contro la privatizzazione del bene pubblico, privatizzazione che ha costretto i più poveri a vedersi tagliare l’acqua. Un sit-in affinché venga approvato il ddl sulla ripubblicizzazione del servizio idrico in Sicilia. Tra i Sindaci, Giovanni Picone, di Campobello di Licata, che ha dichiarato: «Non siamo d’accordo per l’attuale gestione dell’acqua, la società privata ha fatto lievitare i costi per i cittadini. L’acqua è di tutti, quindi nessuna speculazione su un bene fondamentale, così come ha detto anche Papa Francesco. Stiamo pagando le conseguenze scellerate di un passato politico che ci ha consegnato una regione agli ultimi posti in classifica: un primato per la cattiva gestione e una connivenza con il malaffare che ci ha relegato agli ultimi posti». All’uscita dall’assemblea il Sindaco di Sambuca di Sicilia, Leo Ciaccio, ha commentato: «Sono appena uscito dalla Commissione: è stato approvato l’articolo 1 per la legge sull’acqua ed è un segno importante, perché finalmente si è percepito che è necessario dare una linea guida. Ovviamente va fatta la legge altrimenti vuol dire che varrà quella nazionale ed europea. Saremo espropriati. Chi conosce le esigenze del territorio ha l’obbligo di dare ai nostri cittadini una legge giusta».

KKKKK
115 views
bookmark icon
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com