Sport

GOLF – Italian Pro Tour: Enrico Di Nitto vince il Campionato Nazionale Open

• Bookmarks: 28


Sul percorso del Golf Nazionale, a Sutri (Viterbo), ha superato di due colpi Luca Cianchetti e di tre Aron Zemmer. Il torneo ha concluso la 17ª stagione dell’Italian Pro Tour, il circuito di sei gare nazionali e internazionali organizzato dalla Federazione Italiana Golf, con il supporto dell’official advisor Infront.

Enrico Di Nitto ha vinto con 282 (74 68 67 73, -6) colpi il Campionato Nazionale Open, torneo che ha concluso la 17ª stagione dell’Italian Pro Tour, il circuito di sei gare nazionali e internazionali organizzato dalla Federazione Italiana Golf, con il supporto dell’official advisor Infront.

Sul percorso del Golf Nazionale (par 72), a Sutri (Viterbo), in una giornata ventosa che ha reso complicato il gioco e alti gli score, il 30enne romano è riuscito a tenere un’andatura molto regolare per 14 buche (un birdie e un bogey) e poi, sia pure con qualche brivido nel finale, a concludere con un 73 (+1) vincente, dopo due bogey e un birdie, secondo punteggio di giornata abbastanza eloquente sulle condizioni meteo sfavorevoli.

Nell’evento, allestito con il supporto del Dipartimento per lo Sport, Di Nitto ha firmato per la seconda volta l’albo d’oro, dopo essersi imposto nel 2017, distaccando di due colpi Luca Cianchetti, secondo con 284 (-4), e di tre Aron Zemmer, campione uscente, risalito dal 13° al terzo posto con 285 (-3), grazie a un parziale di 69 (-3, sette birdie, quattro bogey) miglior score del round e unico sotto par. In quarta posizione con 286 (-2) Jacopo Vecchi Fossa, a segno nel 2018 e nel 2021, in quinta con 287 (-1) Gregorio De Leo, Andrea Rota e Gregory Molteni, che ha nettamente ceduto dopo essere stato al vertice per tre giri. A seguire Stefano Mazzoli, ottavo con 289 (+1), Riccardo Bregoli e Giovanni Manzoni, noni con 290 (+2), Lorenzo Gagli (vincitore nel 2010) e Luca Galliano, 11.i con 291 (+3).

Un colpo in più per Alessandro Nardini, 13° con 292 (+4), premiato come miglior dilettante, che ha preceduto Giovanni Daniele Binaghi e Lucas Nicolas Fallotico, 17.i con 296 (+8). Primo seniores Gianluca Pietrobono, 42° con 310 (+22), mentre Riccardo Baldissoni (33° con 306, +18) è stato l’altro autore di un 73 (+1).

Di Nitto, nel cui palmarès figurano due successi sull’Alps Tour (Open Colli Berici, 2015, e Nazionale Open, 2019), fino a poche buche dal termine ha avuto a ridosso Cianchetti, Vecchi Fossa e De Leo, per i quali è stata fatale la buca 15. Infatti il primo vi ha segnato un doppio bogey e gli altri due un triplo bogey.

“Un bis dopo sei anni – ha detto il vincitore che ha ricevuto un assegno di 7.250 euro su un montepremi di 50.000 euro – che mi fa molto piacere, al quale tenevo molto e che dedico alla mia famiglia. E’ bello imporsi così, perché con tanto vento e con avversari ben decisi a conquistare il titolo poteva succedere di tutto, ma io sono riuscito gestire nel migliore dei modi la situazione. Inoltre conosco bene il Golf Nazionale dove avevo già vinto e del quale ho tanti bei ricordi anche da dilettante azzurro. Ringrazio infine la FIG, gli organizzatori e lo staff del Golf Nazionale per il lavoro svolto su questo campo, perché viene presentato sempre in ottime condizioni e che sta crescendo ulteriormente”.

Il Golf Nazionale – Il tracciato del Golf Nazionale, disegnato dagli architetti George e Jim Fazio e David Mezzacane, si dipana in un suggestivo scenario naturale, tra boschi e querce secolari. Di eccellente caratura tecnica e qualitativa, ha ospitato tante manifestazioni di prestigio tra le quali la World Cup nel 1991, il Campionato Europeo Dilettanti nel 1992 e nello scorso settembre la Junior Ryder Cup, prologo alla Ryder Cup di Roma, la prima disputata in Italia e che ha avuto un grande successo a livello mondiale.

Il Golf Nazionale è anche la sede del Centro Tecnico Federale, base operativa per tutte le figure professionali legate alla disciplina. Il circolo ha sposato i principi dell’ecosostenibilità con il manto erboso costituito da una Bermuda Grass di nuova generazione che si adatta bene al clima del bacino del Mediterraneo e consente di superare nel modo migliore inverni molto rigidi.

I Partner – L’Italian Pro Tour 2023 ha il supporto diDS Automobiles (Main Partner); Fideuram Intesa SanPaolo Private Banking (Official Bank); Kappa (Technical Supplier); Rinascente e Poste Assicura (Official Supplier); Hydrogen (Fashion Partner/Official Formalwear Supplier); Corriere dello Sport e Tuttosport (Media Partner); Sport Senza Frontiere Onlus (Social Partner). Official advisor: Infront Italy.

Com. Stam. + foto Federgolf

Enrico Di Nitto Ph Federgolf
Luca Cianchetti Ph Federgolf
Alessandro Nardini Ph Federgolf
28 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
302 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com