Notizie

La “Casa del Mandorlo” di Castelbuono segno concreto di accoglienza

• Bookmarks: 10


Verrà inaugurata OGGI; domenica 27 settembre 2020 presso il Santuario Beata Vergine delle Grazie di Castelbuono la “Casa del Mandorlo”. Una struttura per l’accoglienza degli immigrati che avrà come primi ospiti i componenti di una famiglia serba, una coppia con quattro figli, segno concreto del farsi prossimo, un segno reale di ciò che significa accogliere chi è in difficoltà. “Ogni uomo è mio fratello” diceva Paolo VI e in questa prospettiva i cristiani devono aiutare chi vive nella necessità.

La “Casa del Mandorlo” è un’opera fortemente voluta da S.E.R. Mons. Giuseppe Marciante perchè il termine “accoglienza” non rimanga una semplice parola – molto spesso abusata – ma si concretizzi nella vita quotidiana, testimonianza di una Chiesa che impara a capire come gli ‘scarti’ diventano pietra angolare.

“Siamo in piena pandemia, ma non si tratta di quella del COVID-19, è la pandemia dell’individualismo, dell’intolleranza verso chi è diverso – ha affermato il Vescovo di Cefalù S.E.R. Mons. Giuseppe Marciante -. L’inaugurazione di questa casa vuole interrompere la diffusione di un pericoloso virus, il razzismo strisciante che produce la morte della convivenza pacifica tra gli uomini e crea nuovi scarti umani. La nostra Chiesa diocesana si fa ancora una volta accogliente ospitando alcuni nostri fratelli, condividendo con loro sofferenze e speranze”.

Quello voluto dal Vescovo Marciante è segno di una Chiesa attenta agli “ultimi” e ai “sofferenti” e un invito a ciascun credente e alla società ad essere più solidale e inclusiva.

Com. Stam.

10 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
307 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com