Sport

La Gold & Gold Messina cede di un punto in casa del CUS Catania. Si va alla “bella” domenica al PalaMili

• Bookmarks: 12


Disco rosso al PalaCus per la Gold & Gold Messina. I peloritani sorretti da un tifo incessante dei suoi tifosi, giunti da Messina, non riescono a chiudere la serie al cospetto di uno sfrontato Cus Catania, anche stavolta in grande vena al tiro.

Ben 11 le triple messe a segno dai ragazzi di coach Russo, che alla fine l’hanno avuto la meglio per un solo punto e riaprono il discorso qualificazione che si deciderà domenica 23 aprile alle 18:00 al PalaMili.

75-74 il finale, per la prima sconfitta della storia contro gli etnei, nonché primo passo falso esterno dal ritorno di Pippo Sidoti. Ai giallorossi non bastano i 26 punti di Zivkovic, la doppia doppia (21 punti e 11 rimbalzi) di uno stoico Leo Di Dio che ha avuto il tiro della vittoria ed i 17 di Scimone che sbaglia due liberi importanti nell’ultimo minuto. E’ stata una gara tiratissima che ha visto le due squadre sempre vicine, con un massimo vantaggio di 8 punti. Messina ha sofferto per le condizioni di Mancasola, lanciato in campo nonostante i problemi fisici e non ha ricevuto il solito contributo di punti di Linde, Maddaloni e Tartamella.

Il primo periodo ha visto è stato equilibrato, CUS più convinto che nel finale con Arkar e Sidibe allunga sul 18-13 al 10’. La seconda frazione è di marca peloritana, con Zivkovic, Scimone e Di Dio in evidenza. Messina rimonta lo svantaggio (34-34) e nel finale di tempo con i 5 punti consecutivi della guardia croata chiude in vantaggio 43-40. Al ritorno in campo le due squadre difendono con grande ardore, i locali con Lo Iacono mettono la testa avanti, ma la Gold & Gold non molla (54 -54) con il solito Zivkovic. Ancora nel finale di tempo arriva il break (7-0) firmato da Tamulis e d Arkar che consente agli etnei di chiudere in vantaggio sul 63-56. Ultimo quarto da brivido. La Basket School con una gran difesa riesce a rimontare ed addirittura portarsi in vantaggio sul 71-70 con Scimone. Catania non si arrende, decisivi i canestri di Sidibe ed il libero di Vasta (75-71). La tripla di Zivkovic riapre la sfida, la Gold & Gold potrebbe, prima con Scimone che fallisce due liberi e poi con il suo bomber, vincere la partita, ma il tiro di un stremato Di Dio (che poco prima era uscito per crampi) si spegne su ferro e così le speranze di successo della formazione messinese. Domenica c’è gara 3 dove non si potrà sbagliare per non vanificare quanto di buono fatto finora.

CUS Catania – Gold & Gold Messina 75-74

Parziali: 18-13, 22-30 (40-43), 23-13 (63-56), 12-18

CUS Catania: Lo Iacono 18, Arcidiacono, Vasta 9, Cuccia 5, Arkar 14, Tamulis 15, Alescio 3, Guduric 3, Sisibe 8, Consoli n.e., Marletta n. e., Balbo n. e.. Allenatore: Gaetano Russo

Gold & Gold Messina: Maddaloni, Obitsoe n.e., Freni n.e., Di Dio 21, Scimone 17, Tartamella 6, Linde 2, Muscolino n.e., Mancasola, Zivkovic 26, Cordaro 2. Allenatore: Pippo Sidoti

Arbitri: Cappello di Porto Empedocle e Barone di Palermo

Com. Stam. + foto

Tiro libero di Zivkovic
12 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
205 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com