Cronaca

Palermo Polizia Municipale – I controlli nel weekend

• Bookmarks: 13


Il Comando della Polizia Municipale rende noto l’esito dei controlli effettuati nello scorso fine settimana nelle zone della cosiddetta movida.

Il primo controllo ispettivo ha riguardato una discoteca in via Lanza di Scalea, di fronte lo ZEN, alla quale, in passato, con precedente provvedimento disposto dal Questore, era stata revocata la licenza da discoteca, per gravi motivi di giustizia.

All’interno della discoteca era stata organizzata una serata danzante abusiva ed al momento del controllo si rilevava la presenza di un cospicuo numero di frequentatori (circa 400) che, per accedere, versavano una quota di 10 euro.

Dal controllo visivo, formale e documentale, emergeva che la discoteca era priva del necessario Nulla Osta di Agibilità rilasciato dalla Commissione Comunale di Vigilanza sui Luoghi di Pubblico Spettacolo Danzanti. Mancava, inoltre, la prescritta licenza del Questore, in quanto revocata, e l’idonea documentazione relativa alla Prevenzione Incendi (C.P.I.) per discoteca.

Per di più, la discoteca – allocata all’interno di un complesso residenziale storico – era anche priva dei requisiti della sorvegliabilitá e conformità di locali destinati ad attività di pubblico spettacolo danzanti, con conseguenziale pericolo per l’incolumità dei numerosi frequentatori presenti all’interno della discoteca.

Gli agenti della Polizia Municipale ordinavano l’immediata interruzione della serata, facendo defluire, lentamente, verso l’esterno tutto il pubblico e, attese le gravi violazioni penali rilevate ed accertate, veniva contattato il Pubblico Ministero di turno. Questi – informato sullo stato dei luoghi e sulle operazioni condotte –  disponeva di procedere al sequestro penale preventivo dell’intera discoteca, con apposizione di sigilli, nonché dell’impianto elettroacustico di amplificazione e diffusione sonora, in quanto costituenti corpi di reato e cose pertinenti il reato.

Diverse le comunicazioni di notizia di reato, per l’apertura di un luogo di pubblico spettacolo, trattenimento danzante, senza avere osservato le prescrizioni dell’Autorità a tutela dell’incolumità pubblica; per l’organizzazione di trattenimenti di pubblico spettacolo, senza la prescritta Licenza del Questore; per la mancanza del certificato Prevenzione Incendi, il mancato rispetto dei Criteri e Requisiti di Sorvegliabilitá in un locale di Pubblico Spettacolo e, infine, per non aver consentito agli Ufficiali ed agenti di P.S. il libero accesso ai locali della Discoteca abusiva.

Elevate contestazioni per mancanza della prescritta Relazione Fonometrica (verbale di € 50), sequestro amministrativo cautelare, con apposizione di sigilli alle apparecchiature elettroacustiche musicali, diffusione audio, consolle e mixer (con ulteriore verbale di €50) ed immediata chiusura coatta della struttura, con apposizione di sigilli.

Un altro controllo è stato effettuato un pub in Piazza Aragona.

All’atto del sopralluogo, gli agenti riscontravano la presenza di un evento musicale con consolle posizionata all’esterno del locale, gestita, senza alcun titolo, da un intrattenitore musicale DJ, con emissioni sonore e diffusione musicale amplificata a porte aperte, oltre l’orario consentito, con la presenza di numerosi avventori.

Oltre a ciò, veniva occupata, con numerosi arredi ed attrezzature a servizio dell’attività, l’intera porzione di marciapiede e parte di sede stradale, antistante l’attività, costringendo i pedoni a deviare sulla strada. L’occupazione di suolo pubblico, nello spazio esterno antistante il locale, era interamente abusiva.

“Si significa – sottolineano gli agenti della Polizia Municipale – che gli schiamazzi dei clienti frequentatori e le emissioni sonore all’aperto, per la loro eccessiva esorbitanza, risultavano a cagione della conformazione dei luoghi, per il loro protrarsi nella notte, concretamente idonee a disturbare il riposo e le occupazioni delle persone che vivono e dimorano nelle vicinanze. La musica si sentiva dalla vicina piazza Sant’Anna”.

Dal controllo visivo, formale e documentale dell’attività, sono emerse numerose violazioni amministrative e penali. in ragione delle quali sono state effettuate, pertanto, comunicazioni di reato in quanto veniva mantenuta arbitrariamente – invadendola  e occupandola – una consistente porzione di suolo pubblico, di circa 60 metri quadri, al fine di trarne profitto, con numerosi arredi ed attrezzature a servizio dell’attività, nonché per il danneggiamento del marciapiede comunale.

Il locale era, inoltre, sprovvisto della SCIA, per la vendita al dettaglio, di dischi vinili, con verbale di € 3.000 nonché della SCIA Sanitaria all’esterno, con ulteriore verbale € 1.000.

Sanzionata l’illecita occupazione di suolo pubblico, con un verbale di €173, la violazione del regolamento Dehors 2022, perché sprovvisto della necessaria concessione di suolo pubblico, senza essersi conformato al Regolamento Comunale, con verbale di € 300 e l’assenza della prescritta Relazione Fonometrica delle apparecchiature musicali in uso, con verbale di € 50.

Disposto il sequestro amministrativo cautelare con apposizione di sigilli, delle apparecchiature elettroacustiche musicali, dei diffusori audio, consolle e mixer, per diffusione musicale a porte aperte oltre l’orario consentito, con l’elevazione di un ulteriore verbale di € 50. Successivamente, con Ordinanza del Suap, sarà applicata la sanzione accessoria della chiusura coatta dell’attività per cinque giorni.

Com. Stam.

13 recommended
comments icon0 comments
KKKKK
0 notes
125 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com